Massimo Lovati è artista, fotografo e comunicatore ( giornalista). Nato nel 1948 a Genova. Agli esordi pittore e grafico, allievo di Rocco Borella, nel 1976 aderisce al collettivo R.E.C. (Ricerche Estetiche Concrete). Nello stesso anno l’esposizione personale “Sequenze cromatiche complementari”(Genova); successivamente fonda con altri artisti il Centro di Produzione Visiva e allestisce laboratori didattici. Partecipa a diverse mostre collettive di prestigio tra cui “Costruttivismo, Strutturalismo, Neoconcretismo, Nuova pittura” (Genova 1977). E’ dello stesso anno, mese di maggio, a Monteghirfo, l’installazione: “Il monolite, ovvero il panorama occluso, riflesso, fotografato”: sette fotografie, in sequenza verticale, ripetono i tempi di una scoperta visiva del paesaggio, muovendo dal basso. Il panorama occultato dalla superficie di un pannello/specchio, viene restituito in fotografia da una parte e recuperato in riflesso dall’altra.
Nel 1978 a Genova: Azione/installazione: “Il monumento come supporto, il monumento che nasconde” riattivazione polemica e ironica di uno spazio “altro”, il monumento spurio, ambiguità architettonica che nasconde, sotto innocue apparenze, uno sfiatatoio di gas di scarico.

“Strutture modulari” a Palazzetto Rosso (Genova 1978) e “Spazio Cromatico” alla Cassa di Risparmio di Genova e Imperia (Genova 1979). Inizia a sperimentare in fotografia:cambia il medium, o meglio diviene un medium privilegiato, ma non cambia il risultato artistico. Fotografie in bianco e nero per le strade di Genova capaci di dare un volto autentico agli “invisibili”, gli emarginati, gli homeless, realizzate in questo periodo, oltre a essere riprese al momento da quotidiani della città vengono rinite pubblicate alcuni anni dopo in un minibook “I diseredati” a cura dell’associazione culturale 1015. È del 1981 la performance “Automanifestazione e autoidentificazione corporea” con l’uso della Polaroid. Sempre del 1981 la mostra: “Carene” (elaborazioni monocromatiche). Nel 1982: “Garibaldi vis a vis sé guardante precario doppio” ( 16 grafiche “al tratto” e libro in fotocopie). Nel 1983 al Teatro Comunale dell’Opera di Genova viene allestita la mostra: “San Giorgio e il drago, ironia di un’assenza” : 9 foto-grafie in bianco e nero, con eliminazione dei mezzi toni ,del porto di Genova con l’inserimento grafico della figura di un drago.
Negli stessi anni inizia le sue ricerche sul dinamismo e come logica conseguenza entra in contatto con lo Sport, meglio con quasi tutti gli sport. Inizia una sperimentazione su due versanti: verosimiglianza e de-formazione. La prima lo porta con l’uso esasperato sia dei grandangoli che dei teleobiettivi a esaltare l’azione, il gesto degli atleti alle Olimpiadi, ai Campionati mondiali di vari sport e di conseguenza a “innovare la fotografia tradizionale di sport”,come ebbe a dire a suo tempo il Photoeditor di Venerdì di Repubblica Franco Lefevre; la seconda lo porta a reinterpretare creativamente, artisticamente le forme e i colori del movimento, del dinamismo sia in fase di ripresa che in fase di elaborazione (prima chimica poi digitale). .Opera sul versante della comunicazione e dell’arte in parallelo fino al 2000, anno in cui sposta l’attenzione precipuamente sull’utilizzo della macchina fotografica come strumento per fare arte.
Non solo immagini desunte dallo sport: anche il paesaggio tradizionale e quello urbano, il singolo individuo vengono interpretati fotograficamente in chiave “dinamica”, concettuale. Delle molte le mostre desunte dalle ricerche di tutti questi anni in fotografia, riportiamo le più significative:

  • They Are Coming – Milano, 1985.
  • Cromodinamica – Mostra ed evento multimediale allestito da Enimont all’autodromo di Monza per il 61° Gran Premio d’Italia, 1990.
  • Necessario indispensabile- Rotonda di Via Besana Milano (Collettiva) 1991
  • Colori e Magie – 1994 Roma, Firenze, Milano, Bologna, 1995.
  • Professione Fotografo- open space Comune di Milano,(collettiva) 1995
  • Percezioni cromo liquide – Imperia, Roma 1997.
  • Foto Grafie – Siviglia, Milano, Genova, Busto Arsizio1997.
  • Lanterna e dintorni – Salone Nautico Internazionale di Genova 1997
  • Flusso di Colore Fiera Internazionale di Genova 1998
  • Alchimia – Perth, Losanna, Biella, Imperia, 1998.
  • Toward an exhibition – Coppa Davis (Italia-India), Genova 1998.
  • Da Ferrari alla Ferrari: Imola 1998 (collettiva)
  • Il Senso della Sfida – Asti, 1999.
  • Decolor-azione – Genova, Museo dello Sport, 2001.
  • Tracce – Genova, 2001.
  • Attraversando lo sport – Pontremoli, 2004.
  • Celebri Azioni Astronomiche- Genova 2004
  • Mostra a Orvieto Fotografia – Palazzo dei Sette, 2005.
  • Oltre lo Sport – Galleria Lebowski, Genova 2005.
  • Assonanze – Galleria Studio Fontana, Albissola Marina (SV), 2005. (mostra a due con Luciano Fiannacca
  • Modificazioni percettive – Palazzo Ducale, Salone del Minor Consiglio, Genova, 2005.
  • Solid Water- nell’ambito di Mondo Mare Festival (Lavagna, Lerici, Savona,S.Remo) 2007
  • Il Colore Veloce – Palazzo Rosso Genova 2007
  • Foto- Grafica- Art Gallery Open Lab Genova 2008
  • Installazione fotografica “Old & new action”- Complesso Polisportivo Sori 2009
  • Lo scoglio di Quarto:fotografie di un’idea- US. Quarto e
  • Museo Garibaldino, Genova Aprile/Maggio 2010
  • Anteprima di una mostra :”Mani”- Filiale CheBanca Genova, giugno 2010
  • Lo Sport come pretesto Casa delle federazioni Genova , 2 Maggio a 1 Giugno 2011
  • Mani, Palazzo Gradari Pesaro Maggio 2012
  • Fotogrammi di una ricerca CONI Casa Federazioni Genova Ottobre – Dicembre 2012
  • Fotogrammi di una ricerca (Mostra itinerante) Spazio Ex UPIM Macerata Ottobre 2013
  • Fotogrammi di una Ricerca Esposizione Permanente, (36 opere), Casa delle Federazioni, Genova dal Gennaio 2016
  • Dalla Fotografia all’ Immagine:appuntamento con la luce, Palazzo Centurione del Monastero, Genova  Ottobre 2018

Numerose le litografie e foto-grafie in tiratura a 100 o 150 esemplari, raccolte in cartelle editate per Enti , Aziende o in occasione di esposizioni. Ultimamente Lovati predilige stampare le immagini su carta fotografica baritata in serie limitata di 10/15 esemplari in formato dal 50 cm x 70 cm in su o in serie di 100/150 esemplari in formato 30 cm x 40 cm. Sue foto-grafie sono state utilizzate dall’emittente Primo Canale per sigle di programmi e per le scenografie dello studio di Primo Canale Sport.

Libri

  • Minibook “I diseredati” a cura dell’associazione culturale 1015 (Anni 70)
  • Il leggendario Gran Premio d’Italia (dal 1921 al 1989), Cover, 1989 a cura di Paolo Montagna
  • FOTO Magazine Tecnica e Immagini dei Grandi Fotografi,Massimo Lovati , 1997
  • Genoa la nostra favola,Edizioni Di Pietro, Dicembre 2002
  • La Grande Samp dal 1979 al 1994, Edizioni Di Pietro, Dicembre 2002
  • I Relitti Immersioni nella storia, La Haven pag. 140,141,142,143.Edizioni White Star
  • Italia 1945 2005 Le grandi Fotografie della Nostra Storia. Sport 1995-2005 pag. 29,34.Hachette 2006
  • Italia 1945 2005 Le grandi Fotografie della Nostra Storia 1999 – 2000 pag 21, Hachette 2006
  • Beijing 2008 Olympic Games Photo Book,, Kodak Digilabs, 2008

 

Sue opere sono conservate presso i seguenti Musei:

  • Museum of ModernArt – NewYork Usa
  • Museum of ModernArt – Melbourne Australia
  • Museum of Contemporary Art – Sidney Australia
  • Provincial Museum Voor Fotografie -Antwerp Belgio
  • Musee d’Art Moderne – Bruxel Belgio
  • Museu de Arte Moderna- San Paolo Brasile
  • Museu de Arte Moderna – Rio de Janeiro Brasile
  • Istituto Italiano di Cultura –Toronto Canada
  • Kunstmuseum – Bonn Germania
  • Museum fur Moderne Kunst – Francoforte – Germania
  • Marthalle Moderne Kunst – Stoccarda Germania
  • M.A.C. Gallerie Contemporaines – Marsiglia Francia
  • Museet for Fotokunst- Odensee Danimarca
  • Museum of ContemporaryArt – Helsinki Finlandia
  • Centre Georges Pompidou – Parigi Francia
  • Musee d’Art Moderne de la Ville de Paris – Parigi Francia
  • Tsaritsyno Museum – Mosca Russia
  • Museum d’Art Modern – Barcellona Spagna
  • Istituto Italiano di Cultura – Madrid Spagna
  • Moderna Museet – Stoccolma Svezia
  • Swiss Fondation of Photography – Zurigo Svizzera
  • Getty Museum – Malibu Cal Usa
  • San Francisco Museum of ModernArt – S. Francisco Usa
  • Tokio Metropolitan Museum of Photography -Tokio Giappone
  • Solomon Guggenheim Museum – NewYork Usa
  • International Center of Photography – NewYork Usa
  • Museum of ModernArt – Haifa Israele
  • Galleria Civica di Arte Moderna -Torino Italia
  • Accademia Italiana – Londra Inghilterra
  • Museo di Villa Croce – Genova Italia
  • Museo Garibaldino Genova Italia
  • Museo Cassini Perinaldo-Imperia

 

Sue opere fanno parte della collezione della Banca Carige e sono riportate nel volume “Il patrimonio artistico di Banca Carige. Dipinti e disegni” uscito nel gennaio 2008. Negli anni, Le più prestigiose riviste di fotografia Foto Magazine, Foto Notiziario, Foto Pro, Il Fotografo, Il Fotografo professionista (Kodak),Photo Professional, Progresso Fotografico, Reflex, Zoom, Zoom international, Photographies Magazine, Foto cult, Photocamere digitali, Photo Professional, Photoprofessional gli Speciali, ecc. hanno dedicato ripetutamente ampio spazio alle sue immagini e ricerche.

Testate e Magazines che sia in Italia che all’estero hanno pubblicato sue fotografie: Airone, American Football Magazin (Germania), Aqua, Autosport (U.K.), Blue, Car (U.K.), Class, Crol (Spagna), Elle, Epoca, Espansione, Excelsior, Gazzetta dello sport, Gente,Gente Motori, Gente Viaggi, Il Corriere Mercantile,Il Lavoro, Il Mondo del Nuoto, Il Mondo del Rugby,Il Secolo XIX, Il Venerdì di Repubblica, I’M Magazine, , King, La Nuova Ecologia, L’Espresso, L’Espresso Sport,La Gazzetta del Lunedì, La Gazzetta dello Sport Magazine, Lo Sport Italiano, Max, Mondo Barca, Mondo Sommerso, No Limits World, Offshore Tribune, Oggi, Panorama, Porti e servizi, Pratica, Repubblica, Segno, Soprattutto, Spazio Sport, Sport Magazin (Austria), Sport USA, Sport Week,, Superbowl, Superfootball, Swimming World (U.S.A.), The World of Swimming,Touchdovn,Trade international business monthly, Tutto Musica e Spettacolo, Uomo Mare, Viaggiare, Waterpolo (Grecia)…

Nel volume “Il Mondo della Comunicazione” del libro di testo per il biennio delle scuole superiori “Interpretare il Mondo” (a cura di Leila Corsi, G.B. Palumbo Editore, 2001), nella sezione dedicata alla fotografia gli è stato dedicato un capitolo. Nel dvd n° 15 del “Corso di Fotografia Digitale in dvd “della DeAgostini in edicola nel 2009 e successive riedizioni è riportata una sua intervista nella sezione Incontri. Sua fotografia per manifesti, locandine, depliants ,advertising cartaceo e web per Missing Film Festival 2010.
Agenzie fotografiche che hanno diffuso le sue fotografie: AGF (con cui collabora tuttora), Farabola, Fotocronache, Olympia, Blue Team.

Alcune aziende che sono avvalse della sua collaborazione creativa: Akron, Arena, Baby Cresci, Canon, Diadora, Diana, Enciclopedia Treccani, Enichem, Enimont, Fiat, Fiera Internazionale di Genova,FIN,( Federazione Italiana Nuoto) FINA (Federation Internationale de Natation) ,FMN ( Federation Monegasque de Natatio) FIR ( Federazione Italiana Rugby) IP, KEO, OMP, Paul Picot, Polipodio, Primo Canale,Radio Italia, S.E.C.H., Speedo, Stiassi, Federazioni Sportive italiane ed estere.
Nel 2004 Lovati ha ricevuto, nell’ambito del Bancarella il premio per la fotografia.
Nel biennio 2004/2005 ha collaborato con il Corso di Laurea in Scienze Motorie, Facoltà di Medicina e Chirurgia di Genova.

Da diversi anni tiene corsi teorico pratici di fotografia, seminari e workshop per Scuole, Istituti Superiori, Licei, Enti, Associazioni, Aziende, Fotonegozianti,fotografi professionisti e dilettanti.

Ricordiamo che dal 1998  fino al 2018 ha tenuto corsi extracurricolari  di Fotografia per gli studenti del Liceo Scientifico G.D.Cassini di Genova ad esclusione dell’ anno scolastico 2016/2017

Ricordiamo il suo workshop Fotografare il Nuoto , Piscina di Rapallo (GE) 2010;“Fotografare il movimento, interpretare il movimento” per Confartigianato, il 13 novembre 2011 al Palazzo della Borsa di Genova; Incontri- Laboratori all’US Quarto Genova Maggio 2011; il Seminario con proiezione a Fotografica, la settimana della Fotografia organizzata da Canon nel dicembre 2011 a Milano; i suoi workshop per Canon e CNA Pesaro dedicati alle famiglie il 26/27 Maggio 2012; il Seminario e Workshop il 29 Settembre 2013 nel salone e nei vigneti della Azienda vitivinicola Montesissa (Carpaneto di Piacenza), per Camera Service Milano; il Seminario e Proiezione nello Spazio EX UPIM di Macerata il 10 Ottobre 2013; il Seminario di Fotografia per Unige Architettura, Genova nel Novembre 2013 ;il  Workshop Swimmers Action & Portrait Photo, Piscina Sciorba Genova 1-2 Novembre  2017; il Seminario “Da 1/8 a 1/1000”, Genova Palazzo Centurione del Monastero, 20 Ottobre 2018 per “La Strada dell’Arte”

Massimo Lovati usa solo attrezzature professionali Canon di ultima generazione ( Eos 1DX,Eos 1DX MarkII, Eos 5D MarkII, Eos 5D MarkIII, Eos 5D Mark IV), compatte Canon Powershot G12, G16.Usa anche apparecchi fotografici d’epoca, Banco ottico Toyo 8 x 10, fotocamere con foro stenopeico, toy camera , Rensha Cardia 16, Instant camera :Polaroid, Fuji, Iphone 7plus anche in accoppiata con Impossible Instant Lab, GoPro 4+ ,5 Black, Richo Teta 360°.

Close Menu

Si invita l'utente a leggere la Privacy Policy e la Cookie Policy di questo sito Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi